Alfredo Rapetti Mogol
NEOPLACITI
Al Museo Archeologico Nazionale Gianfilippo Carettoni di Cassino in mostra le opere calligrafiche di Alfredo Rapetti Mogol, forme di neo scrittura in grado di suscitare profonde emozioni, a confronto con i Placiti Cassinesi, i famosi documenti in lingua volgare redatti verso la fine del decimo secolo da quattro notai che dovevano stabilire i confini dei possedimenti dell’Abbazia di Montecassino, fra cui quello conservato nel monastero che inizia con “Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte Sancti Benedicti”.
Figlio del notissimo Giulio, in arte Mogol, Alfredo è anch’egli paroliere di fama, avendo firmato i maggiori successi di Laura Pausini e per aver scritto numerosi brani per Nek, Mina, Celentano e Ivan Graziani. Nonostante questo palmares, però, Alfredo Rapetti Mogol si dedica prevalentemente alla pittura e con i suoi dipinti, marmi e neon propone una scrittura che è tutt’altro che “notarile” in quanto non ha un apparente significato visivo ma che consente al fruitore di decodificare qualsiasi sensazione emotiva.
Il curatore della mostra, Roberto Capitanio, ha selezionato una serie di opere calibrate per il particolare e importante contesto e ha suddiviso l’esposizione in tre sezioni: gli scritti della guerra, i placiti e la meditazione. Molto suggestiva si prospetta l’installazione progettata per l’interno della tomba di Ummidia Quadratilla.
Al vernissage del 4 ottobre, alle ore 17, a cui sarà presente Alfredo Rapetti Mogol, interverranno oltre al Direttore del Museo Archeologico Nazionale arch. Silvano Tanzili, l’Abate di Montecassino dom Donato Ogliari, il Sindaco di Cassino avv. Giuseppe Golini Petrarcone, l’Assessore alla Cultura di Cassino dott. Danilo Grossi e il curatore della mostra il prof. Roberto Capitanio. Durante la cerimonia di apertura, direttamente dalle autrici Lucia Signore e Martina Valente, saranno letti i testi critici di presentazione dell’artista.
La mostra Neo Placiti sarà visitabile tutti i giorni dal 4 al 25 ottobre 2015.
Museo Archeologico Nazionale 'G. Carettoni' di Cassino (FR)
Dal 04/10/2015 al 25/10/2015
A cura di Roberto Capitanio