EVENTS PHOTOBOOK

Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Roberto Capitanio
Alcuni ospiti intervenuti al vernissage della mostra
Il vernissage
Paola Romano. Ombre e Luci

La mostra “Succisa Virescit – Ombre e Luci” si colloca nell’ambito del progetto espositivo accolto dall’Abate di Montecassino dom Donato Ogliari per commemorare il 75° anniversario della distruzione del millenario monastero avvenuta nel 1944 da parte delle forze alleate durante la Seconda Guerra Mondiale. In questa occasione sarà Paola Romano, attraverso le sue “lune”, a rappresentare la rinascita dell’Abbazia e soprattutto a far riflettere i visitatori sulle conseguenze della guerra. Le opere, appositamente concepite per l’occasione, evidenziano una poetica che, mediante i registri dell’esperienza pittorica, intende chiamare in causa una dimensione intima e spirituale evocata dagli elementi del colore e del segno proposti quali sensazioni spirituali. L’allestimento di una pluralità di opere similari (le “lune”) è intesa a generare nei visitatori una sorta di spiazzamento percettivo, quasi fosse una differente lettura dello stesso soggetto, in tempi, momenti e condizioni diverse, con fenomeni di contrasto o interazione, di retrovisione, di memoria e persistenza. Innegabilmente la mente andrà ai terribili e infiniti giorni della distruzione del 1944, ricordo reso più concreto dalla presenza delle gigantografie in bianco e nero che costruiscono il percorso conclusivo di memorie e di ferite all'interno del Museo dell'Abbazia di Montecassino. Mediante le opere in mostra, infatti, l’artista intende rimandare al ricordo della dissennata distruzione del Monastero e di Cassino, evocando fede e speranza nella loro rinascita. Mischiate fra le opere dei grandi pittori presenti nelle diverse sale del Museo e sospese davanti alle gigantografie ci saranno 38 “lune” di varie misure.
Details
From 08/09/2019 to 27/10/2019
Curator: Roberto Capitanio
Location: Museo dell'Abbazia di Montecassino
City: Cassino
© 2021 - WebGallery, il CMS in C# e .NET per la diffusione della cultura
Versione: 1.0.7.6